Nuova tariffa per Skype e compatibilità su Linux



Skype dopo aver introdotto lo scatto alla risposta per tutte le chiamate verso i numeri fissi e mobili, lancia una nuova tariffa che prevede il pagamento di una quota fissa mensile per poter effettuare telefonate verso i telefoni fissi.

La tariffa che a prima vista potrebbe sembrare una Flat, in realtà non lo è, in quanto non si paga più una tariffa al minuto ma si paga lo scatto alla riposta per ogni chiamata in uscita verso i telefoni fissi. Skype rilascia anche le nuove versioni beta per Windows e Mac entrambe giunte alla 3.5 e una nuova versione appositamente studiata per Linux.

Ma andiamo per ordine, analizziamo nel dettaglio la nuova tariffa:

Acquistando SkypePro l’utente può chiamare tutti i telefoni fissi italiani pagando:

  1. € 2,30 (iva inclusa) di contributo fisso mensile.
  2. 4,5 Centesimi di scatto alla risposta per ogni chiamata verso i telefoni fissi.

L’offerta è valida solamente per chiamare i telefoni fissi italiani, non sono quindi comprese le chiamate verso i telefoni cellulari o verso paesi esteri.

La tariffa sembra abbastanza vantaggiosa, in particolare per chi fa chiamate lunghe. L’unica cosa che mi lascia perplesso è quello che loro chiamano prassi corretta, che recita testuali parole:

Skype Pro è stato realizzato per tuo uso personale. Gli utenti Skype Pro non pagano una tariffa al minuto per le chiamate nazionali. Skype si riserva il diritto di imporre limiti d’uso al numero di minuti gratis riservati ogni mese a ciascun utente (per esempio 3.000 minuti al mese). Una volta superati tali limiti l’account potrà essere annullato e potremmo prevedere le normali tariffe SkypeOut per eventuali minuti extra utilizzati. Skype Pro è per tuo uso personale e ti ricordiamo che non è consentita la rivendita dei servizi di comunicazione.

In sostanza significa che se lo usate per chiamate troppo lunghe potrebbero farvi pagare le normali tariffe al minuto, fanno l’esempio dei 3000 minuti mensili, ma non ci è dato sapere qual’è l’effettivo tetto massimo dei minuti utilizzabili mensilmente. Probabilmente il numero massimo di minuti fruibili per ogni utente varierà di mese in mese a seconda dell’utilizzo globale del servizio, questo però non rende del tutto trasparente la tariffa, in quanto un utente non sa quanti minuti gli restano prima che il suo account venga annullato ed entri in vigore la normale tariffazione al minuto.

Come detto in precedenza finalmente è stata rilasciata una nuova versione di Skype compatibile con Linux, mettendo a disposizione otto installer per le otto principali distribuzioni di Linux, ecco i link diretti per il download:




Web Experiments , 15 giugno 2007.




Commenti

3 commenti per “Nuova tariffa per Skype e compatibilità su Linux”

  1. Scritto da fremyd il 17 giugno, 2007 11:50

    Veramente skype era disponibile per linux gi da tempo (un bel po’ d tempo..)
    Quella linkata è infatti la versione 1.4.0.74 beta (evidentemente ce ne sono state altre in precedenza..)

  2. Scritto da motumboe il 18 giugno, 2007 11:58

    Non mi piacciono per nulla le strategie di skype, per questo sto tentando di far mettere in ditta soluzioni voip che non prevedano i protocolli proprietari di Skype per poter così adottare con minori problemi Asterisk e mixare così linee tradizionali e non.

  3. Scritto da speppa il 19 agosto, 2007 23:02

    fremyd ha ragione.
    e aggiungo che quelli di skype fanno veramente pena. per windows c’è la versione 3.5 mentre per utenti linux elemosinano una pidocchiosa 1.4 eternamente beta.

Scrivi un commento





Seguici Via Mail:

Indirizzo Email:

Seguici su Facebook e Twitter:


RSS Feed

RSS degli articoli
RSS dei commenti