Come calcolare il bollo auto e relativa scadenza partendo dalla targa



Il nuovo anno è iniziato e molti automobilisti entro il 31 gennaio devono pagare il bollo auto scaduto a dicembre. Per sapere a quanto ammonta il successivo bollo auto o vedere quando scade nel caso avessimo perso il cedolino, è possibile utilizzare un semplice servizio web che vi fornisce questa, ed altre informazioni riferite ad un’auto partendo semplicemente dalla sua targa.

Il servizio è offerto dal sito Dell’ACI; i residenti nella Regione Lombardia devono utilizzare questo modulo, mentre per tutti i residenti nelle altre regioni è sufficiente compilare questo modulo:

calcolo bollo auto

Come vedete le informazioni da inserire sono pochissime. Basta indicare il tipo di pagamento che dovrete effettuare (trovate info in alla fine questo articolo), la tipologia di veicolo e la sua targa. Cliccando sul pulsante Calcola verranno subito mostrate le informazioni inerenti all’autovettura che corrisponde alla targa inserita:

risultati calcolo bollo

Come vedete, non viene indicata solamente la cifra da pagare per quanto riguarda il bollo e relativa scadenza, ma vengono anche indicati alcuni dati tecnici dell’auto, come ad esempio: I KW dell’auto, la portata del veicolo, la potenza fiscale, il peso. Per quanto riguarda i residenti in Lombardia il modulo da compilare richiede anche il codice fiscale, ma credo che poi i dati restituiti dal sistema siano simili, non ho potuto provare in quanto non sono residente in Lombardia.

Il servizio come avete visto è molto semplice ed intuitivo, avendo solamente il numero della targa dell’auto riuscirete a recuperare importo e data di scadenza del bollo auto. Immaginiamo infatti di aver perso il cedolino del pagamento e di non ricordarci più quando scade il bollo, con questo sistema riusciamo ad ottenere l’informazione che ci serve senza telefonare all’ACI. Io ho parlato sempre di auto o auto, in realtà è possibile avere informazioni anche su rimorchi; motoveicoli; autoscafi; ciclomotori; minicar.

Anche attraverso il sito dell’Agenzia Delle Entrate è possibile ottenere le stesse informazioni, utilizzando una applicazione web per il calcolo del bollo auto molto simile a quella dell’ACI.

Vi lascio con la spiegazione delle varie tipologie di pagamento che potete scegliere nel form del sito dell’ACI:

Rinnovo di pagamento:
bolli successivi al primo pagamento (veicolo già circolante)

Prima immatricolazione:
primo bollo di un veicolo nuovo di fabbrica e di prima immatricolazione

Veicolo reimmatricolato:
primo bollo di un veicolo usato, di provenienza estera, immatricolato per la prima volta in Italia

Rientro da esenzione:
bollo da versare dopo l’uscita dall’esenzione del veicolo che, ad esempio, può avvenire in uno dei seguenti casi:

  • se il veicolo viene acquistato usato da un concessionario. Per poter effettuare il calcolo del bollo, occorre inserire la data di uscita dall’esenzione del veicolo (data dell’atto di vendita)
  • a seguito di vendita di un veicolo destinato al trasporto un portatore di handicap. Anche in questo caso occorre inserire come data di uscita dall’esenzione la data dell’atto di vendita
  • a seguito della perdita dei requisiti dell’esenzione di cui al punto precedente (occorre inserire la data in cui cessano i requisiti)
  • per i veicoli storici ultraventennali della regione Lombardia che sono assoggettati al pagamento di un versamento frazionato per tanti dodicesimi quanti sono i mesi intercorrenti da gennaio 2004 fino al mese antecedente quello di immatricolazione (la data da inserire per l’uscita da esenzione è 01/01/2004)

Riacquisto di possesso:
bollo di un veicolo per il quale sia stata annotata la perdita di possesso per furto o la indisponibilità per un provvedimento amministrativo o giudiziale (ad es. sequestro) e per il quale ci sia stato il successivo ritrovamento o dissequestro. Per poter effettuare il calcolo del bollo, occorre inserire la data del verbale di ritrovamento o del provvedimento di dissequestro.
N.B l’importo verrà calcolato esclusivamente sulla base dei dati digitati

Targa prova:
bollo di un veicolo per il quale sia stata ottenuta l’autorizzazione alla circolazione per prova

Integrazione per complessi:
eventuale integrazione dovuta nel caso in cui la tassa – motrice più rimorchio (complesso )- non raggiunga il minimo CEE

Pagamento integrativo:
integrazione della tassa automobilistica in caso di pagamento insufficiente effettuato anche tramite gli altri concessionari autorizzati alla riscossione (poste, banche, tabaccai, agenzie di pratiche auto).
Il calcolo si effettua solo per residenti in regioni e province autonome convenzionate con l’Aci.
Per questo tipo di pagamento è necessario indicare, oltre la targa del veicolo, anche il periodo tributario per cui si intende effettuare l’integrazione (es. Gennaio/2001 – Dicembre/2001)

Pagamento anticipato:
Pagamento della tassa automobilistica, successivo al primo (veicolo già circolante) che viene effettuato nel mese di scadenza anzichè nel mese successivo – da quando, cioè, è dovuto – (es. il bollo di un autoveicolo con scadenza Agosto 2002 e decorrenza 1° Settembre 2002 può essere pagato nel mese di Agosto stesso). Non è previsto il pagamento anticipato relativamente alla scadenza Gennaio – Dicembre (il bollo non può essere pagato nel mese di Dicembre)




Web Experiments , 8 gennaio 2011.




Commenti

3 commenti per “Come calcolare il bollo auto e relativa scadenza partendo dalla targa”

  1. Scritto da Alf il 19 gennaio, 2011 19:07

    Anche la mia regione, la Toscana, ha attivato un servizio on-line per ricordare via sms le scadenze:

    http://www.regione.toscana.it/avvisoscadenzabollo/

    Alf

  2. Scritto da katia il 14 maggio, 2012 15:50

    per calcolare l’addizionale erariale per le macchine di provenienze estera quale data di immatricolazione bisogna prendere in considerazione??? la prima immatricolazione in assoluto o l’immatricolazione fatta in italia???
    io ho un veicolo immatricolato per la 1° volta nel 2006 all’estero ed immatricolata in italia nel 2009, quale anno devo prendere in considerazione??
    ciao e grazie

  3. Scritto da Alberto Sanna il 7 dicembre, 2012 15:13

    Come si calcolano eventuali importi da pagare di anni precedenti …
    è possibile fare una ricerca on line dei bolli pagati e di quelli pendenti?

Scrivi un commento





Seguici Via Mail:

Indirizzo Email:

Seguici su Facebook e Twitter:


RSS Feed

RSS degli articoli
RSS dei commenti