Come bloccare un sito Internet tramite il file Hosts di Windows


Vediamo come sia possibile bloccare un sito Internet modificando il file hosts di Windows, un semplice file di testo che che contiene le mappature degli indirizzi IP con i corrispondenti nomi dei siti web, come una specie di rubrica degli indirizzi per il vostro computer.

Il tuo PC utilizza gli indirizzi IP per accedere siti web, quindi ha bisogno di tradurre i nomi dei siti web in indirizzi IP per soddisfare le richieste. Quando digiti un sito web nella barra degli indirizzi del browser, quel nome viene ricercato nei server DNS per individuarne il corrispondente IP. In realtà, tramite file host è possibile sovrascrivere tale mappatura per il computer locale e, visto che il file hosts ha la precedenza sui DNS, è possibile bloccare un sito web inserendo un particolare indirizzo ip non veritiero.

Il tuo computer ha il suo indirizzo host, conosciuto come indirizzo host locale (“localhost”), che solitamente è 127.0.0.1. Per bloccare un sito puoi inserire il nome del sito indesiderato nel file hosts e associarlo con il tuo indirizzo host locale, in questo modo il browser crederà che il sito sia sul tuo computer ma, non trovandolo, non riuscirà a raggiungerlo.

Il file hosts di default presente in Windows non contiene alcuna mappatura nome host/indirizzo IP, lo puoi trovare in C:\Windows\System32\drivers\etc\hosts e si presenterà come un file senza estensione che puoi aprire con il notepad di Windows (aprilo con il notepad anche se non è un txt, lo leggerà ugualmente). Normalmente il file hosts ha solamente questa istruzione:

127.0.0.1              localhost

Se vuoi bloccare un sito web ti basterà inserire, sotto all’ultima riga già presente, una nuova accoppiata indirizzo ip/nome sito, dove come indirizzo ip andrai a mettere 127.0.0.1. Ad esempio se volessi bloccare Facebook.com dovresti aggiungere le seguenti istruzioni in fondo al file:

127.0.0.1            facebook.com
127.0.0.1            www.facebook.com

Dopo aver salvato il file ed aver riavviato il browser non riuscirai più a navigare su Facebook. Ricordati che il file non deve avere alcun tipo di estensione, quindi non salvarlo come hosts.txt o simili. Se non riesci a salvare il file anche se disponi di un account di amministratore, è possibile che l’antivirus lo stia bloccando per impedire a programmi malevoli di modificarlo, disattivalo temporaneamente solo per salvare il file.

Purtroppo il file hosts può anche essere bersaglio di alcuni virus che tentano di reindirizzare alcuni siti, quindi se ti capita di digitare nella barra degli indirizzi un sito e poi ti ritrovi su una pagina che non ha nulla a che fare con l’indirizzo digitato, dai un’occhiata al file hosts e vedi se ci sono delle ulteriori istruzioni oltre a quelle di base.

Via | Howtogeek


2 Commenti

  1. Nicola 12 dicembre 2012
  2. Enrico 23 dicembre 2012